Amministrazione trasparente

Presentazione


AttivitÓ e didattica


Genitori


Studenti


Varie


Gruppo Sportivo



Docenti e personale


Servizi on-line


Feed RSS

Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional

Utenti nel sito: 2171
Fine colonna 1
 

Tasse governative

 Tasse governative

Non sono dovute nella fascia di obbligo scolastico e quindi fino alla frequenza della terza classe.

1) Tassa di iscrizione e frequenza
Importo
E' dovuta dagli alunni delle classi terze (per l'iscrizione alla quarta)
·        Tassa iscrizione
·        Tassa frequenza
 
Totale
 
6,04
15,13
--------
21,17
E' dovuta dagli alunni delle classi quarte (che vanno in quinta)
  • Tassa frequenza
 
15,13
  • Causale nel bollettino delle tasse governative:  è sufficiente barrare la casella “Scuola media”, già prevista. Non è necessario indicare la classe frequentata ma sempre nome e cognome dell’alunno (non del genitore che effettua il versamento)
  • Le tasse di iscrizione e frequenza vanno pagate al momento dell’iscrizione all’anno scolastico (cioè entro il giorno di febbraio fissato come scadenza per l’iscrizione al successivo anno scolastico). Devono essere versate sul c/c postale 1016 utilizzando il bollettino premarcato disponibile in tutti gli uffici postali.
  
2) Tassa esami
Importo
  • E' dovuta dagli alunni delle classi quinte e dai candidati esterni che fanno domanda per sostenere gli esami di stato

12,09
  • Causale nel bollettino delle tasse governative:  è sufficiente barrare la casella “Scuola media”, già prevista. Non è necessario indicare la classe frequentata ma sempre nome e cognome dell’alunno (non del genitore che effettua il versamento)
  • La tassa esami va pagata al momento della domanda di partecipazione agli esami e cioè entro il 30 novembre. Solo per gli alunni di quinta che si ritirano entro il 15 marzo e si presentano all’esame da esterni, il versamento può essere fatto successivamente.
 
3) Tassa diploma
Importo
  • E' dovuta dagli alunni che hanno superato gli esami di stato, per il ritiro del diploma.
    I diplomi sono consegnati dal MIUR e sono normalmente disponibili nei mesi di gennaio/febbraio dell’anno successivo all’esame.

15,13
  • Causale nel bollettino delle tasse governative:  è sufficiente barrare la casella “Scuola media”, già prevista. Non è necessario indicare la classe frequentata ma sempre nome e cognome dell’alunno (non del genitore che effettua il versamento)
  • La tassa diploma va pagata solo al momento del ritiro del diploma.
 

Casi di esenzione

Per le tasse governative di iscrizione e frequenza e per la tassa esami è prevista l'esenzione per merito, per motivi economici, e per appartenenza a speciali categorie di beneficiari, sempreché il voto di comportamento (condotta) non sia inferiore a 8/10.

  • Merito scolastico: quando si prevede il conseguimento allo scrutinio finale con una media di voti, compreso il comportamento, pari o superiore agli 8/10.
    Nel caso in cui la media non venga poi conseguita nello scrutinio finale, la famiglia ha tempo fino al 30 giugno per provvedere al pagamento.
  • Motivi economici. Famiglia con un reddito annuo inferioriore a quanto previsto in base al reddito e al numero dei familiari dalle tabelle annuali aggiornate al tasso d’inflazione programmato, come pubblicate annualmente dal MIUR www.pubblica.istruzione.it
  • Appartenenza a speciali categorie di beneficiari. Alunni che rientrano in una delle seguenti categorie: a) orfani di guerra, di caduti per la lotta di liberazione, di civili caduti per fatti di guerra, di caduti per causa di servizio o di lavoro; b) figli di mutilati o invalidi di guerra o per la lotta di liberazione, di militari dichiarati dispersi, di mutilati o di invalidi civili per fatti di guerra, di mutilati o invalidi per causa di servizio o di lavoro; c) ciechi civili. Alla stessa condizione la dispensa è concessa a coloro che siano essi stessi mutilati od invalidi di guerra o per la lotta di liberazione, mutilati od invalidi civili per fatti di guerra, mutilati od invalidi per causa di servizio o di lavoro.

Inoltre, sono dispensati dal pagamento delle tasse governative gli studenti stranieri che si iscrivano negli istituti e scuole statali ed i figli di cittadini italiani residenti all’estero che vengano a svolgere gli studi in Italia.

Per fruire di qualsiasi tipo di esenzione è necessario presentare alla segreteria un'apposita dichiarazione che attesti il tipo di esenzione cui si ha diritto e l'eventuale documentazione comprovante il diritto (per reddito o per le speciali categorie di beneficiari).

Le esenzioni riportate si riferiscono alle sole tasse governative.
Per il contributo annuo a favore della scuola non sono previste esenzioni, così come non sono previste esenzioni per il contributo specifico che gli alunni del Liceo sportivo devono versare per partecipare alle attività curricolari del Piano di studi. 

Il Dirigente Scolastico
Gian Ferruccio Brambilla


Pagina vista 5789 volte Stampa la pagina ...  
  Feed RSS

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T